Gennaio 2017
Gianfranco, post: 12947, member: 2 Ha scritto:Anto, in primo luogo grazie per la partecipazione. La tua correttezza, il tuo modo di vedere la meteorologia esattamente come me/noi mi riempie di gioia. Dicci anche di S. Bartolomeo..siamo curiosi e magari cresciamo anche noi.

Grazie Gianfranco,
È un piacere confrontarsi con voi, la stima è reciproca. La meteorologia cresce se accresciamo la condivisione.
Cerco di stilare entro la giornata di oggi un piccolo resoconto sul comportamento nevoso della mia zona.


San Bartolomeo in Galdo (BN) 612 m slm
Condividi Cita messaggio
Ragazzi, precipitazione maestosa in atto a Sepino. Temperatura altina +2.2°, ma in rapido calo!


Allegati Anteprime
oggi, 01:04" />   
Condividi Cita messaggio
Non mi ero accorto che avevate già messa


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Condividi Cita messaggio
calma inspiegabile questa mattina...
Condividi Cita messaggio
antonio.vinciguerra85, post: 12942, member: 55 Ha scritto:Hirpino,
Secondo la tua esperienza quali sono le condizioni migliori per la neve ad Ariano Irpino? Insomma la cittadina verso quali tipo di correnti è esposto meglio, per via della sua orografia ecc? Ricordi anche gli eventi nevosi principali per la tua zona?
Da quanto riferisci esiste una forte differenza rispetto a Montefalcone, in pratica quasi al confine col tuo comune, stando a quanto riferivi circa gli episodi nevosi del 6-7 Gennaio scorsi e del 17 Gennaio 2016.
Hai provato a darti una spiegazione?

Sono interessato a confrontare con la mia zona, il Fortore Beneventano, vicinissimo in linea d'aria da te.


San Bartolomeo in Galdo (BN) 612 m slm

Ciao,
Innanzitutto la nevicata tra il 17 e 18 gennaio 2016 è stata una delle più belle della mia vita, con circa 60 cm caduti in circa 10 ore. Partirei proprio da questo esempio: in quota c'era un NW puro, e anche al suolo, che però 24 ore prima era un N. Martedì 19 sono poi andato a Foiano e Molinara, passando da Ginestra e Montefalcone,notando che la quantità di neve era proprio la stessa. Quella nevicata fu bellissima perché continua e senza vere pause di precipitazioni, il che ad Ariano è molto raro. Sempre in quell'evento, però, inizialmente, la sera del 16, mentre nel Molise nevicava, da me c'era il sole: l'irruzione partì come al solito, con un N/NNE, che andò successivamente piegandosi a NW man mano che il minimo scappava a est. Questa volta è andata allo stesso modo, con la differenza che il N è stato molto persistente, tenendoci in ombra precipitativa, finché il 7 pomeriggio non ha curvato, portandoci 20 cm in due ore di nevicata, e salvandoci in calcio d'angolo, perché ormai i fenomeni stavano esaurendosi.
Quando non si forma un minimo ben strutturato anche al suolo va sempre così: ad Ariano nevica sempre dopo,agli sgoccioli dell'evento.
Ora dirò una sciocchezza, ma la spiegazione che mi sono fatta è che, con il N, la formazione dei trenini avviene a partire dal Vastese, probabilmente per ragioni dovute alla morfologia delle Alpi dinariche, oppure perché il braccio di mare percorso è lungo a sufficienza, diversamente da quando accade dalle parti di Termoli, Portocannone ecc., che si beccano il vento e basta; il guaio è che la traiettoria dei treni da nord o non ci prende proprio -neanche il Fortore, infatti Montefalcone aveva sole la mattina del 6 -, oppure, quando magari il fronte perturbato si dilata in longitudine, lo stau che si sviluppa sulla dorsale di Montefalcone Castelfranco crea un vero muro, al di là del quale c'è frontolisi. Di questa cosa mi sono confermato, osservando ieri, dopo la libecciata, dov'è che finiva la neve rimasta: e finiva proprio al limite dei rilievi che partono da Ginestra e la Malvizza sotto Castelfranco, proprio al confine comunale con Ariano.
Conclusione: con le irruzioni da est, per nevicare ad Ariano i trenini devono partire dal Basso Molise, in quel caso la precipitazione è abbastanza uniforme col Fortore.
Quando l'irruzione entra dal Rodano, tipo ora, il discorso è più complesso e tiene conto della posizione dei minimi che di solito si producono sul Tirreno. In generale, con correnti da WSW, ad Ariano precipita con una certa consistenza, ma niente a che vedere col resto dell'Irpinia, specie dalle parti di Avellino, che infatti nel 2012, fece in generale meglio, specie il 10 febbraio, ma comunque ombra non ce n'è, anzi. Questo, chiaramente, significa che il minimo sta sul medio tirreno, il rischio vero, in questi casi, sono le termiche: Ariano non è in contesto montuoso e senza forti precipitazioni spesso gira a pioggia ( certo, vanno visti gpt, t a 500 hpa, ecc). Le migliori precipitazioni, però, si vedono con il minimo basso tirrenico con le correnti che girano da ENE, stracariche di umidità: una rarità assoluta.
Queste nevicate sono molto belle da vedere, i fiocchi sono enormi, ma sono bagnatissime,pesantissime e effimere. Anche con i minimi tirrenici però il Fortore è preso meglio,innanzitutto per l'altitudine e il contesto più montuoso, ma anche perché ha zero ostacoli e uno stau da paura.
Se ho dimenticato qualcosa me lo farai notare tu.
Ariano Irpino (AV)
Condividi Cita messaggio
Dalle mie parti già è terminata la debole precipitazione

Inviato dal mio K-STYLE utilizzando Tapatalk
Campobasso - via puglia - 635 mslm
Condividi Cita messaggio
Per la cronaca, qui ora nevica forte, mi dicono che ad Avellino ci sono 4-5 cm
Ariano Irpino (AV)
Condividi Cita messaggio
si è vero ad Ariano sta accumulando e sta nevicando bene, hirpino come vedi la situazione di martedi-mercoledi da noi?
Condividi Cita messaggio
Ragazzi una cortesia, mettete nel vostro profilo da dove scrivete o scrivetelo alla.fine del messaggio che postate, cmq qui su isernia cielo coperto!!!
Condividi Cita messaggio
oggi, 01:04" />   
oggi, 01:04" />   
Condividi Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 15 Ospite(i)