Gennaio 2017
A san salvo continua acqua neve, mi fa sperare soprattutto per domani notte o martedi sera, chissà se non stanotte :-)

Inviato dal mio Y635-L21 utilizzando Tapatalk
San salvo
Condividi Cita messaggio
antonio.vinciguerra85, post: 13136, member: 55 Ha scritto:Hirpino,

complimenti per la tua descrizione dettagliata ed esaustiva del microclima di Ariano Irpinio. Ho notato che ci sono diversi elementi in comune tra la tua zona e quella del Fortore beneventano o alta valle del Fortore; nonostante la mia area confini col Molise mostra molte più analogie con Ariano rispetto a Campobasso.

Allora, limitandosi solo al mio comune, San Bartolomeo in Galdo, esso è caratterizzata da un’altitudine che va dai 300 mt ai 900mt e passa. L’escursione altimetrica dunque è notevole per cui non vi è una omogeneità territoriale come per il comune di Campobasso, situato su di un altopiano. La zona del Fiume Fortore (300-350 mt) ha un microclima diverso rispetto al centro abitato (posto tra i 550 metri ed i 650 mt slm), per cui capita spesso che in situazioni potenziali da neve come quella che ci sta interessando, ovvero una saccatura di aria artica polare marittima non molto fredda nei bassi strati, nevichi con accumulo a partire dai 400-450 mt, diversamente a livello del fiume la neve non si posa. Altrettanto frequenti invece gli episodi in cui nevica con accumulo eolico significativo appena fuori paese, oltre i 750 metri di quota, ed in paese invece solo neve senza accumulo al suolo; in particolare ciò accade in primavera.

Ma guardando alla quota media dei centri abitati presenti nella Valle, dai 550 di Foiano, ai 600mt di San Bartolomeo e di Baselice, 700mt di Castelvetere e oltre 800 mt di Montefalcone devo dire che, purtroppo, la valle del fiume Fortore non risente del fenomeno della inversione termica (tipico per esempio di Boiano) per cui lo strato freddo di inversione termica viene scalzato subito via dalla nuova tipologia di aria in arrivo. Questo è il motivo per cui la nostra zona ha pochi caratteri di continentalità nonostante la lontananza dal mare paragonabile a quella del Molise interno. In caso di nevicate sostenute con omotermia (mettiamo un -2 °C a 850 hPa) la colonna di aria che insiste su San Bartolomeo è come se partisse più satura in partenza, forse per via della vicinanza all’invaso di Occhito, per cui le nevicate non scendono sotto i 700-600 mt, nonostante la persistenza, e capita spesso di vedere pioggia o pioggia mista a neve in paese, laddove nevica sul Molise centrale dai 400-500 mt e già con buon accumulo a Campobasso. O forse ciò accade per la motivazione che esponevi tu, Hirpino, per la mancanza di montagne nelle vicinanze.

La zona del Fortore beneventano soffre un po’ in generale per le correnti in quota da NE, come accade ad Ariano, infatti va in ombra facendo registrare solo rovesci sporadici e vento forte, mentre a Campobasso nevica con continuità. Le saccature artiche veloci in scivolamento sull’Adriatico non producono molti effetti da noi: ne è un esempio il 30 Dicembre 2014 quando vi fu per buona parte della giornata tempo parzialmente nuvoloso, salvo poi intensi rovesci di neve a partire dal pomeriggio, via via più regolari dalla notte seguente, laddove già nevicava con continuità su tutto il Molise dal primo mattino del 30. Per fortuna in quell’occasione ci salvammo in calcio d’angolo dal giorno successivo, il 31, quando vi furono alcune ore di nevicate persistenti al pomeriggio, in assenza di pause, in pratica la coda della perturbazione in fase di colmamento, con goccia fredda localizzata sulla Calabria e minimo al suolo tra Egeo e Creta e correnti in quota sulla nostra verticale da ENE (la famosa rarità di cui parli, Hirpino).

Dunque la mia zona, come l’arianese, è molto soggetta ai colpi di coda delle ondate di neve quando le correnti in quota prendono una direzione o da ENE oppure da NNW, cosa quest’ultima che è accaduta per esempio a partire dal pomeriggio del 6 Gennaio 2017 quando, finalmente, siamo rientrati anche noi nelle bufere di neve per diverse ore (12-18 ore), fino a tutto il mattino del 7, dopo una mattinata dell’Epifania anonima e ventosa. Mi fa strano apprendere che ad Ariano le bufere di neve sono arrivate solo il pomeriggio del 7 Gennaio.

Condizioni ideali della neve nel Fortore Beneventano a mio avviso: configurazioni di Bassa pressione ionica stazionaria, BP basso tirrenica, e goccia fredda sul canale d’Otranto (come accaduto con la nevicata della scorsa Epifania).

Un caso di BP sul basso Tirreno in lento movimento verso la Calabria Ionica fu quello del 23 dicembre 2003 quando tutta la mia zona venne interessata da un fronte occluso semi-stazionario in risalita da WSW accompagnato da 12 ore di nevicate pesanti, temperatura di pochi decimi sopra lo zero, e al suolo oltre un metro di neve. Ecco questa è la tipologia di nevicate con maggiore carico di umidità e di maggiore “pesantezza” che ho rilevato finora; quelle da ENE, risultano mediamente più secche, a fiocco medio, le migliori forse, anche rispetto al NNW.

Rispetto a Campobasso si può dire che siamo meglio esposti solo per ciò che concerne le basse pressioni tirreniche in traslazione verso levante.

Per quanto riguarda la neve del 17 e 18 gennaio 2016 anche qui nel Fortore è stata molto bella e la durata intorno alle 10 ore. Il comportamento dunque tra San Bartolomeo e Ariano è stato uguale in pratica.

Nel contesto che ho descritto si differenziano leggermente Castelvetere, che risente di più del clima molisano, essendo molto vicino a Riccia, Montefalcone, alto in quota ed esposto al Nord pieno con uno stau sensibile in formazione sul proprio rilievo per correnti tese di tramontana, il famoso “muro” di cui parlava Hirpino, dato che si passa da un’escursione di 300 mt del sottostante fiume Fortore ai quasi 900 mt del centro abitato e meglio esposto verso il lato tirrenico.

Molinara e San Marco, sul lato del Tammaro, al confine con l’Alta valle del Fortore, ricalcano più o meno lo stesso andamento dell’Alto Fortore beneventano, registrano però apporti nevosi un po’ inferiori in caso di irruzione dai Balcani.

Una zona abbastanza omogenea in termini precipitativi è quella che comprende Baselice, San Bartolomeo in Galdo, Roseto Valfortore, Volturino, San Marco la Catola (tutto il subappennino dauno per intenderci).

Assolutamente grazie. Confermo che ad Ariano il 6 e la mattina del 7 non ha fatto quasi niente. In particolare la sera del 6 in lontananza si vedeva che in direzione di Montefalcone stava facendo il finimondo, ma il muro dello stau non ci ha perdonato. Quindi, mi pare di capire, che anche da te con il N/NNE si fa poco, per ragioni legate alla struttura dei treni adriatici che si generano.
Da me però fa fa ancora meno, perchè da quella direzione sulla dorsale Castelfranco-Montefalcone lo stau è al massimo, quindi sono sotto ombra orografica.
Ariano Irpino (AV)
Condividi Cita messaggio
San Bartolomeo in galdo nevicata in atto.


Allegati Anteprime
oggi, 20:46" />   
San Bartolomeo in Galdo BN
Condividi Cita messaggio
Mi segnalano neve forte a cupello

Inviato dal mio Y635-L21 utilizzando Tapatalk
San salvo
Condividi Cita messaggio
Intanto qui a chieti scalo (70 metri) pioggia mista a neve evidente 2.7°
Colletorto 515 m s.l.m. e Campobasso Z.I. 720 m s.l.m.
Condividi Cita messaggio
Ora la nevicata a Campobasso non è affatto male.... moderata intensità


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Condividi Cita messaggio
pietrowappo, post: 13192, member: 175 Ha scritto:Termoli a +2.8° è una roba veramente clamorosa, doppiamente clamorosa sia per la situazione termica (a 850 hPa ormai dovrebbe essere ben sopra i -5°) che per quella barica (con i minimi sul basso Tirreno da noi solitamente è sempre grecale sparato), la ventilazione da W/NW fa tutta la differenza del mondo, con 2 gradi in meno a 850 hPa ci scappava il miracolo...

Una sola aggiunta alle cose giustissime dette: la ventilazione da w arriva da zone innevate.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Condividi Cita messaggio
a san salvo continua il calo della T 2.1 di sto passo gira, adesso acqua neve moderato.
San Salvo
Condividi Cita messaggio
A bojano spettacolo puro

Inviato dal mio PULP 4G utilizzando Tapatalk
Condividi Cita messaggio
Ragazzi mi spiegate una cosa? Perche io non capisco.. tra Cassinl e Venafro nevica.. da Venafro a ISernia nevica.. tutto intorno nevica e da noi no.. ma che cazzo succede..

Inviato dal mio SM-G531F utilizzando Tapatalk
Condividi Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 15 Ospite(i)